Niente più supporto tecnico Microsoft per Windows 7

Niente più supporto tecnico Microsoft per Windows 7

A partire dal 14 gennaio 2020, è ufficialmente stata messa la parola fine al supporto tecnico offerto da Microsoft per il sistema operativo Windows 7. Tale decisione coincide col raggiungimento dei dieci anni dal momento del rilascio del sistema, avvenuto nell’ottobre 2009.

Sul proprio sito ufficiale, Microsoft ha giustificato la propria decisione di non offrire più alcun supporto per Windows 7 con la necessità di concentrarsi maggiormente sull’evoluzione delle tecnologie, al fine di proporre ai propri utenti esperienze digitali sempre più avanzate e performanti.

In termini pratici, l’assenza di supporto per Windows 7 equivale all’impossibilità, da parte degli utenti Microsoft che ancora utilizzano questa versione del sistema, di scaricare gli essenziali aggiornamenti software messi finora a disposizione da Windows Update, e orientati specialmente alla protezione del PC.

Non solo: anche i servizi correlati saranno sospesi, inclusi alcuni giochi classici della versione del sistema operativo, come Backgammon su Internet e Dama su Internet, nonché il servizio Guida TV elettronica (EPG) per Windows Media Center che è in programma per gennaio 2020.

Cosa fare, dunque?

La soluzione all’interruzione del supporto a Windows 7? Passare a Windows 10

Microsoft sottolinea come sia ormai impellente e indispensabile un aggiornamento da Windows 7 all’attuale Windows 10.

In particolare ora che il supporto tecnico per Windows 7 non è più disponibile, l’update si configura come necessario per poter beneficiare del servizio di assistenza messo a disposizione dal colosso di Redmont.

La ragione è prima di tutto legata alla sicurezza, poiché gli aggiornamenti di Windows Update hanno il principale obiettivo di risolvere falle in quest’ambito e scaricarli è essenziale per mantenere il PC in condizioni ottimali.

Il passaggio a Windows 10 è particolarmente indicato con l’acquisto di nuovi dispositivi che, grazie all’aumento di prestazioni e l’evoluzione tecnologica, sono in grado – a fronte di un eccellente rapporto qualità/prezzo – di garantire il massimo della performance al sistema operativo.

In alternativa, si potrà operare su macchine preesistenti ma compatibili effettuando un’installazione completa di Windows 10, che andrà a sostituire in toto Windows 7. Anche in questo caso, essendo l’offerta di aggiornamento gratuito a Windows 10 scaduta nell’estate 2016, sarà comunque necessario acquistare il software.

Quale soluzione è migliore per te? Provider 3000 è a tua disposizione per fornirti un’adeguata consulenza, e ti suggerisce di richiedere un’analisi da parte dei suoi tecnici specializzati per individuare quale opzione si adatta meglio alle tue esigenze.

Entra subito in contatto con Provider 3000!

Chiedi un’analisi alla sede più vicina